Chiusi in casa per Coronavirus? Ecco i consigli per gli acquisti via Internet

Buongiorno a tutti oggi vi voglio parlare di:

Ecommerce: pagamenti, attenzione ai fornitori, diritto di recesso e responsabilità degli acquirenti per evitare brutte sorprese nello shopping via Web

Ora che l’Italia è ‘zona rossa’ e che è sconsigliato frequentare luoghi molto frequentati, proprio come i supermercati e i negozi, gli acquisti online oltre che sempre più accessibili, grazie ai grandi marketplace (VOVA ) diventano un aiuto imprescindibile per molti.

Aperti a qualsiasi ora e raggiungibili da qualsiasi luogo, ma quali sono i rischi che si possono nascondere in questo tipo di commercio, visto che i venditori spesso sono ‘oltre’ il portale?

“C’è sempre un certo grado di incognita nell’ acquisto a distanza, ma i siti più noti e grandi sono dotati di buoni sistemi a garanzia della sicurezza e della trasparenza e forniscono anche un’assistenza post vendita molto accurata. Dalla parte degli acquirenti, è importantissimo focalizzare l’attenzione sul metodo di pagamento, perché ce ne sono di poco sicuri. La miglior scelta è la carta di credito, perché è assicurata e limita quelle che possono essere frodi. Un sistema alternativo molto utilizzato è anche Paypal, che permette di non dover fornire i dati delle carte di credito ai siti sui quali si acquista. Attraverso i metodi di pagamento tracciati è possibile recuperare la merce comprata o almeno ottenere il rimborso. Evitare in assoluto ricariche delle carte prepagate perché sono veramente difficile da recuperare”

Esistono anche altre misure che tutelano il consumatore.
“Poiché si tratta di transizioni commerciali che si svolgono al di fuori dei negozi, per esempio, si può applicare il diritto di recesso entro i 14 giorni successivi

Secondo il Codice del consumo, il conteggio dei giorni decorre sia dal momento della sottoscrizione del contratto, sia dal ricevimento della merce. In pratica vale la possibilità di esercitarlo dal momento in cui veniamo in possesso del bene fisico. Come sempre, le più grandi aziende prevedono nel proprio portale la presenza di modelli per l’eventuale recesso. Quando, invece, ci troviamo nella situazione della mancata consegna della merce, la prima cosa da fare è attivare le piattaforme previste dai portali delle carte di credito per avviare le pratiche di rimborso della spesa. In questo caso abbiamo 45 giorni dal mancato ricevimento per poter agire e d essere rimborsati”.

Quando invece la merce arriva, ma è fallata, cosa succede? “La garanzia sugli oggetti comprati è prevista dall’ ordinamento italiano e a livello europeo per 2 anni. I maggiori portali forniscono una buona assistenza post vendita. È quindi possibile rivolgersi comunque a un centro assistenza. C’è da tenere presente che in ogni caso la garanzia è fornita dal venditore.

Il problema è che, nel caso dell’ecommerce, a volte il venditore non è facilmente contattabile se non addirittura irraggiungibile. È questo il più grande ostacolo per l’acquirente, perché a volte non basta far valere la garanzia, ma è necessaria una denuncia perché si avvii l’iter del procedimento penale”.

A volte può capitare che la merce acquistata su un sito risulti contraffatta. Lo sanno bene alcuni compratori italiani che hanno dovuto rispondere di ‘incauto acquisto’. “Nella maggior parte dei casi è l’autorità doganale a stoppare la merce contraffatta attraverso dei controlli – chiarisce Federconsumatori – . Ma potrebbe essere anche l’acquirente a incorrere nei problemi, perché potrebbe scattare una denuncia anche a carico del ricevente. La miglior difesa, in questo caso, è valutare preventivamente il bene che stiamo comprando. Le domande che dobbiamo porci riguardano il fornitore e il prezzo dell’oggetto: uno sconto ‘esagerato’ rispetto al negozio della nostra città è il primo campanello d’allarme”

Torniamo a noi

Ho comprato questi splendidi  INFRADITO sono antiscivolo, color argento con fodera interna antibatterica e antitraspirante con spedizione gratuita in tutto il mondo

Sono comodissimi possiamo indossarli di sera, in spiaggia o a lavoro

Spero che questo post vi possa essere utile!!

A prestissimo!!

Precedente Torta di mele Successivo Prodotti In Campioncini: Top ‘Sample’ Provati e sicuramente Ricomprati